Silent City. Il team cresce: l’incontro con Il Setticlavio.

Nascondi Mostra info

19 feb 2018 in Compagnia teatrale, Silent City

Author : Vania

Lo scorso 19 gennaio a Matera c’è stata la festa del “meno uno” ma è stato anche il giorno del primo kick-off meeting per Silent City (La città silente), il progetto che guideremo per il programma ufficiale di Matera2019.
Opera Circus (UK) e L’orchestra SenzaSpine, i nostri coproduttori, ci hanno raggiunto a Matera per impostare il lavoro per i prossimi due anni.
Un lavoro impegnativo perché tantissime sono le sfide per una produzione così complessa: un’Opera originale per l’infanzia, una favola eterna, una favola che partirà dal rapporto privilegiato che il Silenzio ha con la città di Matera. Un’Opera alla cui composizione, guidata dal compositore Nigel Osborne, parteciperà anche comunità di Matera che ispirerà e scriverà con noi la storia e la musica.

Il mese di febbraio è stato dedicato a lavorare sulle scelte drammaturgiche e far crescere la squadra di lavoro. La scorsa settimana siamo state a lavoro con Sara Madio, direttrice de “Il Setticlavio” scuola di musica di Matera e Laura Sacco, cantante e educatrice musicale.
Due professioniste che da anni portano a Matera sperimentazioni e metodi innovativi nella didattica musicale e credono – come noi – nel valore della formazione artistica, fondamentale per ogni piccolo essere umano.

In una riunione con il caffè bruciato, ci siamo raccontate le storie che accadono quando si è osservatori privilegiati delle creazioni dei bambini attraverso il teatro e la musica.
Abbiamo parlato del silenzio come motore della creazione, del silenzio come attesa, del silenzio pieno dell’ascolto.
Sara ci ha fatto riflettere su come spesso il silenzio è rischiesto ai bambini solo perché possano ascoltare quello che dicono gli adulti.
Quando ci spostiamo sui più piccoli invece, nell’esperienza di Laura, una volta sono stati i suoi colleghi a meravigliarsi di come i bambini di tre anni riescano a  restare in silenzio ad ascoltare Chopin.
La nostra educatrice Donatella a un certo punto ha detto: “Sarebbe interessante osservare una stanza piena di adulti in silenzio e chiedere ai bambini di dire quello che vogliono con l’obbligo dell’ascolto da parte dei grandi.”
Ovviamente, ogni previsione è sempre meno interessante di quello che quei piccoli esseri umani riescono ancora ad insegnarci. Su questo siamo tutte d’accordo.

Il  bagaglio di esperienze di teatro e musica, che da anni abbiamo sperimentato e raccogliamo sul territorio, sarà fondamentale per portare ricchezza alla produzione dell’opera che ci apprestiamo a creare, non abbiamo dubbi. La collaborazione per noi è preziosa e metteremo a frutto, passo dopo passo tutte le relazioni con i professionisti che saranno parte di questa opera collettiva.

Continuate a seguirci e vi presenteremo tutti gli artisti e le realtà che ci accompagneranno in questa magnifica avventura! Il 2019 è praticamente già arrivato e a partire dal mese di Marzo 2018 potrete partecipare già ai primi appuntamenti. Continuate a seguirci!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *