Ma è proprio vero che la luna è fatta di formaggio?

Nascondi Mostra info

01 Lug 2019 in SOS teatro

Author : L'Albero

Fortunatamente nessuna voce autorevole ha mai creduto che la luna fosse fatta di formaggio, anche se ai bambini qualche volta lo si è raccontato in varie favole.

Quando nel 1902 uscì “Viaggio sulla Luna”, considerato il primo film di fantascienza, un sondaggio negli Stati Uniti scoprì che la maggior parte de i bambini credeva  veramente che la luna fosse fatta di formaggio.

Ma, a parte queste credenze favolistiche, quante altre cose crediamo sapere sul nostro satellite e che in realtà non sono altro che miti legati a superstizioni o a tradizioni popolari?

Per spiegare ai vostri bambini cosa sia la Luna e come è nata abbiamo realizzato un contenuto di edutainment interamente dedicato al nostro satellite naturale. Su www.accademiadeglistracuriosi.it trovate infatti un meraviglioso personaggio: John Whitemoon che con i suoi video e i suoi giochi educativi insegna ai bambini le principali nozioni sulla Luna e sul Sistema solare.

E mentre i vostri bambini giocano, si divertono e imparano con lo stracurioso John Whitemoon voi potete fare un breve ripasso delle principali “nozioni lunari” continuando a leggere il nostro articolo.

Osservando il cielo, la Luna è il corpo celeste più evidente dopo il Sole. La sua particolare luminosità e il suo aspetto mutevole hanno ispirato da sempre gli uomini ad immaginare una possibile relazione tra il satellite e le vicende terrene.

Anche i poeti si sono lasciati affascinare dalla Luna e dalla sua mutevolezza:

Shakespeare, ad esempio, fa dire a Giulietta “Non giurare sulla luna, l’incostante luna che si trasforma ogni mese nella sua sfera, per paura che anche il tuo amore si dimostri, come la stessa luna, mutevole”, quando il povero Romeo, sotto il famoso balcone,  chiama a testimone la Luna giurando sulla sincerità del suo amore.

Gli influssi accertati della Luna sulla Terra sono ben pochi rispetto a quelli che invece vengono erroneamente attribuiti, ma prima si scoprire cosa è vero e cosa invece è mito e tradizione, cerchiamo di scoprire qualcosa di più sulla Luna.

Il nostro satellite dista dalla terra mediamente 384.000 km; mediamente poiché l’orbita è ellittica.
Per meglio comprendere questa distanza possiamo innanzitutto immaginare la terra grande come un pallone da basket; facendo i dovuti rapporti la Luna sarebbe grande quanto una pallina da tennis. Ecco che potremmo quindi dire che la Luna dista dalla Terra trenta palloni da basket, ovvero trenta volte le dimensioni della terra.

L’orbita ellittica della luna intorno alla terra influisce anche sulla sua visibilità: quando la luna si trova nel punto più vicino alla terra appare più grande in proporzione del 14% e più luminosa del 30% rispetto a quando è alla massima distanza.

Sulla formazione del nostro satellite vi sono svariate teorie, ma la più accreditata ritiene che sia nata circa 4,5 miliardi di anni fa a seguito dello scontro di un corpo celeste delle dimensioni di Marte con il nostro pianeta. I detriti generati dall’impatto iniziarono ad orbitare intorno alla terra fino a formare un solo unico ammasso.

La temperatura sulla luna è soggetta ad una enorme escursione termica: quando è colpita dalla luce solare raggiunge i 115° Celsius, per poi precipitare a meno 143 ° quando fa buio.

La Luna è anche soggetta a dei violenti terremoti, o meglio “lunamoti”,  che possono durare anche una decina di minuti. Sul nostro pianeta fortunatamente i mari, assorbendone le vibrazioni, impediscono che i terremoti durino più di alcuni minuti.

Nel nostro sistema solare si contano ben oltre 150 lune, la più grande delle quali è Ganimede, una delle 79 lune di Giove. La nostra luna è comunque la quinta,  in ordine di grandezza, del sistema solare.

Tra gli influssi della Luna sul nostro pianeta ve ne sono alcuni accertati. Questi sono principalmente dovuti alla forza gravitazionale e alla luce solare che essa riflette.

Tra gli effetti gravitazionali quello più evidente è il fenomeno delle maree, influenzate anche dalla forza congiunta del Sole.

Esistono però anche delle “maree atmosferiche” che riguardano le masse gassose e che possono influenzare piccole differenze di pressione.

La stessa Terra subisce delle piccole deformazioni dovute all’influsso della forza gravitazionale esercitata dalla Luna, dato che il nostro corpo celeste è dotato di una certa elasticità.

Sembra anche accertato che la luce lunare riesca ad influenzare il comportamento riproduttivo di alcuni organismi marini e a provocare certi movimenti, detti tropismi, in certe specie vegetali.

Per quanto riguarda gli influssi presunti basti pensare ai proverbi e ai detti popolari sull’influenza lunare tanto nei fenomeni atmosferici, quanto sulle pratiche agricole.

Quando scema la luna, non coltivare cosa alcuna” è un classico esempio di proverbio legato alla credenza che tutto ciò che deve crescere deve essere fatto nel momento di Luna crescente. E così la semina, l’imbottigliamento del vino, le potature, il taglio degli alberi e persino quello dei capelli, sono da sempre condizionati a queste credenze, ritenute valide proprio perché da sempre rispettate anche se non sono mai state supportate da reali prove scientifiche.

Allo stesso modo, anche nella fisiologia umana si è pensato, e si pensa tuttora, a meccanismi legati agli influssi della Luna: la periodicità del ciclo lunare ha fatto pensare ad una correlazione con quello mestruale e quindi immaginare una possibile influenza sulla frequenza delle nascite.

Per non parlare degli influssi  che nel passato venivano attribuiti come causa di malattie nervose, come l’epilessia che veniva appunto chiamata “mal della Luna”.

Insomma, anche se non crediamo che il nostro satellite sia fatto di formaggio, rischiamo comunque di attribuire alla Luna degli effetti senza un adeguato riscontro scientifico.

Ma forse ci piace pensare alla Luna proprio come la “saggezza popolare” ce l’ha sempre mostrata: piena di fascino e mistero. E quindi non sarà poi un grave peccato se, come WALLACE E GROMIT, andassimo veramente a cercare il formaggio sulla Luna.

E per i vostri bambini vogliamo consigliare la visione di due filmati:

il primo, PAXI E LA LUNA,  è un video divulgativo che spiega in modo semplice e divertente le fasi e le eclissi lunari.

Il secondo, LA LUNA, è un bellissimo cortometraggio della Disney Pixar che racconta la storia di un bambino che viene iniziato alla professione di famiglia: “spazzino delle stelle”. Una storia con risvolti poetici e con una morale che ci insegna come affrontare i problemi sapendo allontanarsi dalle abitudini e dai formalismi.

Guardatelo con i vostri bambini, imparerete ad ascoltarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *