How can you speak so fluently?

Nascondi Mostra info

08 nov 2018 in La Scuola sull'Albero

Author : Ramona

Tags: ,

L’inglese gioca ogni giorno un ruolo sempre più importante nella vita di tutti, grandi e piccini. E se è vero che iniziare da bambini costituisce un investimento per il futuro, bisogna trovare il modo migliore per predisporsi all’apprendimento della lingua inglese che per sua struttura è completamente differente rispetto a quella italiana.

L’inglese e l’italiano hanno, infatti, famiglie linguistiche diverse: mentre l’inglese è di origine germanica, come il tedesco o l’olandese, l’italiano deriva dal latino, come il francese o lo spagnolo.
Questo comporta numerose differenze a livello di vocabolario ma anche di pronuncia, a partire dal sistema vocalico: 12 suoni vocalici in inglese contro i 7 dell’italiano.

Al di là delle differenze linguistiche che ci possono essere tra l’italiano e l’inglese, il modo in cui si insegna la lingua gioca sicuramente un ruolo fondamentale.
I metodi di insegnamento del passato si sono spesso concentrati sulla parte scritta della lingua, grammatica e scrittura, allontanandosi dal modo in cui normalmente impariamo la nostra lingua nativa, ovvero attraverso l’ascolto e la conversazione.
Per questo molti linguisti contemporanei credono che sia importante avvicinarsi alla lingua straniera seguendo lo stesso percorso di acquisizione della lingua materna, privilegiando all’inizio il contatto orale, e affrontando la grammatica solo in un secondo momento.
Inoltre, gli esperti concordando che l’insegnamento dovrebbe essere il più possibile interattivo per suscitare interesse negli studenti.

Nel corso dell’ultima lezione, uno dei miei pupils mi ha chiesto: “Teacher, come fai a parlare così bene? Io quando dico le cose in inglese non riesco a far uscire le parole come te!”.
Nei suoi occhi ho letto un desiderio importante di riuscire a valicare quel muro che divide sia le differenze fisiche di articolazione delle parole in inglese, sia i suoni così diversi e sconosciuti ai nativi italiani (la combinazione TH, ad esempio, che in italiano non esiste, in inglese viene prodotta posizionando la lingua tra i denti in modo che la punta della lingua li tocchi).

Beh, non esiste una ricetta magica in grado di predisporre qualcuno ad una lingua, ma al contrario, esiste l’impegno e la costanza del cimentarsi, ascoltare tanto e  provare ancora ed ancora, magari giocando, ed abituando così il nostro orecchio e la nostra lingua a dei nuovi orizzonti.

L’inglese deve formare parte della vita quotidiana del bambino, ed è questo il motivo che promuove l’apprendimento al di fuori dell’aula, in contesti destrutturati e quanto più vicini al modo naturale di apprendere dei bambini. Se imparare una lingua straniera non è mai un compito facile, il vero trucco sta nell’impararla fin da piccolo, per questo noi di Learn and Play English, grazie alle metodologie non formali, ovvero all’ausilio delle arti performative e visive con dei giochi didattici che veicolano contenuti linguistici, vogliamo avvicinarci al processo naturale di acquisizione di una lingua, trasformando la sfida dell’inglese in un gioco.

pronunciare-il-suono-th-in-inglese-txt

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *