Halloween:un’occasione per divertirsi,imparare e socializzare.

Nascondi Mostra info

31 Ott 2016 in La Scuola sull'Albero

Author : Anna

La festa di Halloween si è diffusa nel nostro Paese da pochi anni ed è già tra le feste preferite dai bambini il perché  è presto detto. Questa ricorrenza, vista ancora con diffidenza dagli adulti, rappresenta per i più piccoli la possibilità da un lato di giocare con  travestimenti e trucchi, dall’altro di stimolare la loro fantasia attraverso la realizzazione di lavoretti con cui addobbare le case al fine di renderle il più mostruose possibili. Come ogni festa che si rispetti, non possono mancare le ricette a tema come i cupcake alla zucca, le mele caramellate e i biscotti mostruosi. Ma Halloween non è solo ricette e addobbi, ma anche giochi con finalità educative; sebbene molti di questi giochi sono ancora sconosciuti alla gran parte di noi, nei paesi anglosassoni e in America – dove questa ricorrenza è tra le più attese dell’anno – sono invece diffusissimi. Oggi  ve ne presentiamo tre con finalità ludico-educative diverse.

PRIMO GIOCO: LE PAROLE MISTERIOSE.
Questo gioco consiste nel far disegnare ai più piccoli tutti i simboli che riguardano questa ricorrenza. Dividere i bambini in due squadre e far mimare loro ciò che è rappresentato sulle carte. Si tratta di un’attività che se da un lato stimola la loro fantasia attraverso il disegno, dall’altro lo fa attraverso il binomio fisico- espressivo.

SECONDO GIOCO: ZUCCA DANCE.
Su musica. Questo gioco consiste nell’imitare le zucche che ballano e saltellano su due piedi, su un piede e poi l’altro. Quando la musica viene “stoppata”, ci si ferma e si imitano le zucche aiutandosi con mimica del corpo e del volto, dicendo “zucca ferma ed allegra” – oppure – “zucca ferma e pensierosa” –  oppure “zucca ferma e triste” e così via, finché non riparte la musica. Si tratta di un’attività che attraverso il ballo aiuta la socializzazione e la capacità di improvvisazione.

TERZO GIOCO: NEL PENTOLONE DELLA STREGA.
Si tratta di un gioco che stimola la memoria e la capacità artistica. Consiste nel riempire una grossa pentola con oggetti mostruosi (ragni di gomma, serpentelli, dita mozzate, globi oculari…). Una volta riempito il pentolone, dividere i bambini in squadre e, in un tempo stabilito (non più di 30 secondi), chiedete loro di ricordarne quanti più possibile. Al termine, ciascuna squadra dovrà disegnare su un foglio, in un minuto, quanti più oggetti sarà riuscita a memorizzare.

Queste attività “mostruose” per molti rappresentano un’opportunità di trascorrere del tempo con i nostri figli o nipoti, ma anche di tornare noi stessi un pò bambini.


Per informazioni sui corsi
de La Scuola sull’Albero: +39 349.82.43.232

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *