QUESTO LUNGO VIAGGIO IMMOBILE CHE CHIAMIAMO LIBRO.
  “Questo lungo viaggio immobile che chiamiamo leggere”, diceva Guy Goffette. Entrare in un libro è intraprendere un viaggio, un’avventura dai contorni sfocati in cui l’attenzione del lettore viene stimolata al punto tale da permettergli un processo creativo che gli permette di uscire dai luoghi comuni e conosciuti per fare spazio a nuove prospettive. Per i bambini, poi, la valenza didattica diventa ancora maggiore: l’ampliamento ed arricchimento del vocabolario, la proiezione di se stessi e del proprio vissuto quotidiano per consentirne l’elaborazione, la comprensione delle dinamiche relazionali. Ma come poter avvicinare i bambini alla lettura? Purtroppo molto spesso i bambini associano la lettura alla staticità e all’ascolto passivo. Attraverso l’animazione da parte di un esperto, invece, si dà la possibilità ai piccoli ascoltatori di essere pienamente partecipi di questo processo; essi infatti vengono scortati in dimensioni e mondi nuovi in cui solo la loro fantasia li guida ed in cui possono vivere appieno l’esperienza della lettura in prima persona. Il libro diventa solo un punto di partenza per un lavoro creativo che parte da una storia e lascia spazio alla fantasia di ognuno. Non solo. Attraverso le fiabe possiamo trasmettere ai nostri figli quei valori e quei messaggi utili alla loro […]
COS’E’ LO STORY-TELLING?
Al giorno d’oggi è facile tenere traccia degli eventi, ricevere informazioni, studiare ed apprendere: nell’era di internet ogni cosa è a portata di mano, ogni informazione si dispiega ai nostri occhi nel tempo di un “click”, viene assorbita, assimilata e poi sostituita velocemente da una nuova. Ci troviamo oggi in un’epoca di “consumismo dell’informazione”! Ma c’è stato un tempo, prima di internet, prima ancora che la stampa diffondesse nelle case libri e giornali, in cui il compito di informare era affidato alle Storie. Attraverso il racconto si diffondevano notizie di terre lontane, attraverso il racconto i maestri tramandavano il sapere ai propri discepoli, ma sopratutto, le storie erano il mezzo per Tramandare la Memoria.    I “Come?” e i “Perché?” venivano raccontati, non spiegati, e se una storia attraversava i secoli diventava Leggenda e se superava il passare dei millenni si tramutava in Mito.   Perché raccontare storie? Perché raccontare è un momento di contatto, di socialità: tutti insieme seduti in cerchio, ci si racconta storie e si trasmette il proprio sapere, ci si scambiano informazioni, non attraverso terze parti, un foglio o uno schermo, ma attraverso se stessi. Questo è il compito dello Storyteller: recuperare la tradizione orale, favorire […]
21 dic 2016 in News sull'Albero
A DICEMBRE REGALATI IL TEATRO!
Qui tutti i nostri appuntamenti!   Venerdì 9 Dicembre, MONTICCHIO “IL PRINCIPE DELLA MELODIA” Le più belle romanze di Francesco Paolo Tosti con Alessandra Maltempo, soprano e voce narrante e Francesco Pio Paolillo, pianoforte presso Abbazia di San Michele – ore 19.00   Sabato 10 Dicembre – MONTICCHIO “SHAKESPEARE A VOCE SOLA” lezione-spettacolo su Shakespeare di e con Mattia Di Pierro presso Abbazia di San Michele – ore 19.00   Martedì 13 Dicembre, MATERA “SHAKESPEARE A VOCE SOLA” lezione-spettacolo su Shakespeare di e con Mattia Di Pierro matineè per gli studenti del Liceo Artistico “Carlo Levi” (ore 9.00) e del Liceo Classico “Duni” (ore 11.00)   Martedì 13 Dicembre – MATERA “SHAKESPEARE A VOCE SOLA” lezione-spettacolo su Shakespeare di e con Mattia Di Pierro presso Casa Natural Via Galileo Galilei, 1 – ore 20.30   Mercoledì 14 Dicembre – MELFI “LA SCUOLA SULL’ALBERO | OPEN DAY” Lezione aperta del corso “Learn & Play English” presso La Scuola sull’Albero Via Cardano 1 – ore 17.00   Lunedì 19 Dicembre – MELFI “LA SCUOLA SULL’ALBERO | OPEN DAY” Lezioni aperte dei corsi di teatro gruppo bambini 8/10 anni (ore 16.45) gruppo ragazzi 12/14 anni (ore 19.00) presso La Scuola sull’Albero – Via Cardano 1   […]
12 dic 2016 in News sull'Albero
“Shakespeare a Voce” il 13 Dicembre A Matera con NETURAL TALK.
PERCHE’ SHAKESPEARE? ANCORA? E QUALE OPERA? Tutte e Nessuna, proprio Shakespeare, proprio perché Shakespeare è il tema dello spettacolo. Sappiamo chi è Shakespeare, ma è altrettanto vero che pochissimi non addetti ai lavori conoscono le sue opere. Certo, tutti noi abbiamo ben impressa nella mente l’immagine di una Giulietta imborghesita che sospira “Oh Romeo, Romeo!” o di un malinconico Amleto che china la testa e proclama “Essere o non Essere?”. Ma Shakespeare non è questo. Shakespeare è Sangue, Passione, Sensualità. Se non lo fosse non sarebbe sopravvissuto ai secoli. Avvicinare chi non è avvezzo al teatro classico, studiato solo sui libri di scuola, significa quindi dare innanzitutto vita alla parola scritta, svelandone il linguaggio, i codici e le immagini. Ed è questo che fa Mattia Di Pierro, diplomato come attore all Link Academy di Roma proprio con una tesi su Shakespeare (che oltre alla lode gli è valsa anche la Dignità di Stampa), nonché già allievo e attore della nostra Compagnia. Con una performance a metà strada fra una lezione (analisi della metrica, dei suoni e delle parole usate dallo scrittore) e il virtuosismo attoriale (l’interpretazione di ben 6 monologhi in lingua originale), Mattia mostra tutta la bellezza di un repertorio che ancora oggi detta le regole della drammaturgia e dell’azione scenica. Quella […]
09 dic 2016 in News sull'Albero
Cosa è successo dopo ogni replica di “Lemmings”
La sera del debutto dello spettacolo LEMMINGS (la nostra nuova produzione portata in scena nell’ambito della rassegna La Scena Lucana) è successa una cosa strana, sorprendente.  Dopo gli applausi, usciti di scena, in sala continuava a regnare un silenzio perfetto. Siamo rimasti anche noi qualche secondo senza parlare, dietro le quinte, guardandoci stupiti, per capire cosa stesse succedendo dall’altra parte. Abbiamo aspettato ancora qualche secondo, ma niente. Il mormorio continuava a non arrivare. Sbirciamo dal sipario. Il pubblico, con già le luci di sala accese, stava ancora lì, zitto, inchiodato alla sua poltrona. “Che facciamo?”. Gli inchini e gli applausi, pratica che da sempre chiude quello spazio-tempo di comunicazione intima che si crea tra l’attore e il pubblico, non erano bastati a sancire la fine di quell’incontro. E così abbiamo preso la decisione di andare in platea, in mezzo al pubblico, per “raccogliere” quel silenzio. Gli spettatori se ne stavano lì, ancora sprofondati nelle loro poltrone, con gli occhi pieni di commozione e il sorriso di chi ha partecipato sul serio. E ora aveva voglia di parlare con noi prima di concedersi definitivamente. La magia del teatro sta tutta lì: nel flusso empatico, nel movimento circolare di energie che prende vita tra pubblico e […]
NET-Acting: workshop teatrali
Da Novembre parte NET-Acting! 8 workshop per 8 weekend per 8 discipline teatrali con gli artisti del nostro network provenienti da tutta Italia. Cosa, quando, dove e con chi scoprilo scaricando la brochure!
14 ott 2016 in News sull'Albero
IDENTITHINGS. Evento finale al Cecilia di Tito
Si conclude Venerdì 22 Gennaio 2016, alle ore 18.30 presso il Centro per la creatività “Cecilia” a Tito (PZ) il nostro progetto vincitore nell’ambito del programma “Progetti innovativi per l’avvio e la valorizzazione della rete dei Centri per la Creatività Giovanile”. IDENTITHINGS, questo il nome del progetto, è stato un percorso lungo e intenso in cui abbiamo individuato e sperimentato insieme ai nostri partner Liberascienza, La Luna al Guinzaglio, Vivid Light, Zero in Condotta e kr3m GmbH, una metodologia di co-progettazione tra professionisti di diversa formazione (artisti, artigiani, ricercatori, designer, pensatori) e fra questi e la comunità di riferimento; metodologia finalizzata alla narrazione del territorio attraverso specifici prodotti culturali che nella fase finale si sono concretizzati in oggetti di design. Nell’ideazione di questo progetto abbiamo fatto innanzitutto riferimento a quella che da sempre è la coordinata che guida la vision del nostro lavoro ovvero: la trasversalità. E’ trasversale infatti l’utilizzo del nostro linguaggio teatrale (che va dalla divulgazione culturale, alla promozione e sensibilizzazione su temi sociali, all’educazione per l’infanzia); così come è trasversale la metodologia di studio e di azione utilizzata all’interno del nostro team, continuamente volta alla messa in comune dei saperi e delle competenze più disparati. E infatti la trasversalità, seppur applicata in un campo d’azione in parte più ampio e in […]
21 gen 2016 in News sull'Albero
Identithings – Evento finale. La narrazione del territorio attraverso gli oggetti
Dopo un grande lavoro sul territorio che ha portato alla cooperazione di tante realtà locali e non, VENERDI’ al Centro per la Creatività “Cecilia” di TITO (ore 18.30) si conclude “Identithings”, il progetto vincitore nell’ambito del programma “Progetti innovativi” per l’avvio e la valorizzazione della rete dei Centri per la Creatività Giovanile. Un percorso che ha individuato e sperimentato una metodologia di co-progettazione tra professionisti di diversa formazione culturale (artisti, artigiani, ricercatori, designer, pensatori) e la comunità del territorio di riferimento finalizzata all’ideazione di oggetti e arredi votati alla narrazione di un territorio e alla loro realizzazione attraverso laboratori partecipati dei cittadini. Output del progetto quattro prototipi di oggetti di design che verranno presentati durante l’evento che racchiudono l’identità, la storia e la cultura della terra lucana. Il network di Identithings è costituito da : L’Albero| Tutti i rami della creatività (soggetto capofila), Liberascienza, Vivid Light, La luna al Guinzaglio, kr3m GmbH, Zero in Condotta. PROGRAMMA DELLA SERATA:- Cos’è Identithings. Il racconto delle fasi del progetto. – Talk su Cultura, innovazione e Narrazioni. Ne parliamo con: Cinzia Lagioia_DISTRETTO PUGLIA CREATIVA, Salvatore Fruguglietti_DIREZIONE COMUNICAZIONE DELLA SCIENZA – LE NUVOLE Paolo Montemurro_MATERAHUB – Laboratorio IDENTICARDS – Visita teatrale agli oggetti di design realizzati. L’ingresso all’evento è […]
19 gen 2016 in News sull'Albero
Diritte, Umane
Spettacolo sui diritti umani. La Compagnia Teatrale L’Albero, in collaborazione con EMERGENCY, presenta lo spettacolo teatrale Diritte, Umane. “Chi perde un diritto, perde la voce, è una memoria diventata muta. Affidarsi a dei racconti, invece è già legge.“ Quattro donne per quattro luoghi: quelli dove si consuma la violenza domestica, si nega il diritto alla vita, si firmano dimissioni in bianco e si negano le infanzie. Con Donatella Corbo, Francesca Laurita, Alessandra Maltempo, Cristina Palermo. Regia Vania Cauzillo. POSTI LIMITATI. La prenotazione è obbligatoria con scelta dell’orario dello spettacolo al 349.8243232 Biglietto 10 Euro (direttamente al botteghino). Una parte del ricavato di questo spettacolo sarà devoluto all’ampliamento del centro maternità in Afganistan. http://www.emergency.it/afghanistan/anabah-centro-di-maternita.html Domenica 27 Dicembre VENOSA presso Porta Coeli International Art Gallery, Palazzo Rapolla – Vico San Domenico orari 18.00 – 19.15 – 20.30 Martedì 29 Dicembre MATERA presso Casa Netural Via Galileo Galilei, 1 orari 19.00 – 20.15- 21.30 Mercoledì 30 Dicembre POTENZA Sede Avis via Ciccotti, orari 19.00 – 20.15 – 21.30 Conosci i nostri PARTNERS? CASA NETURAL www.benenutural.com PORTA COELI www.portacoeli.it AVIS POTENZA www.avisbasilicata.it
26 dic 2015 in News sull'Albero
Perché proprio ‘Alice’?
Scopri “Non chiamatemi Alice” la versione di “Alice nel paese delle meraviglie” della compagnia teatrale L’Albero. Prenota il tuo viaggio per lo spettacolo del 9 agosto a Melfi (PZ) o per quello del 12 agosto a Tito (PZ). Telefono: 349.82.43.232 Perché proprio ‘Alice’? Nel senso: perché raccontare questa favola e non un’altra? Di certo, Alice rappresenta un passaggio, e come tutti i passaggi è un valico fra epoche, e come tutti i valichi contiene già in sé una fortissima drammaturgia. La fascinazione di ‘Alice’ non la scopriamo adesso, ma è l’accento posto sul linguaggio multiplo la chiave della nostra reinterpretazione. A noi piace pensare che certi elementi siano metaforici e che solo la metafora, alla fine, basti a sé stessa. Ecco perché ‘Alice’ rimane un viaggio, ecco perché Alice – la bambina caduta nella tana di un coniglio – vada cercata, ecco perché ogni passo può essere dato in direzione di un personaggio, o meglio di un significato. ‘Non chiamatemi Alice’ è uno spettacolo che permette a chi lo guarda di scegliersi un quadro, una situazione, un colore violento o più tenue, una riflessione oppure no, una favola – l’ultima della giovinezza, magari, e la prima dell’età adulta – da farsi raccontare. ‘Alice’ […]