Il compositore Nigel Osborne incontra gli studenti del Conservatorio Duni e il Coro Unibas
Oggi vi presentiamo un’altro dei nostri partner di Silent City : UNIVERSA MUSICA, associazione  dell’Università degli Studi della Basilicata  che comprende i due Conservatori delle città di Potenza e Matera, diretta artisticamente dal professor Dinko Fabris, docente di Storia della Musica. Il compositore Nigel Osborne,  che lavorerà con diverse comunità in questa settimana, ha chiesto di incontrare “la musica” della Basilicata e di Matera. Per il progetto è stato importantissimo accogliere la disponibilità del Conservatorio di Matera diretto dal M° Saverio Vizziello per fare un “incontro virtuale” con il compositore Egidio Duni. Oggi, 8 maggio, nell’ambito della nostra settimana di laboratori per la ricerca musicale per Silent City, presso l’Auditorium del Conservatorio Duni di Matera saranno  suonati estratti dell’opera di Duni “L’Isola dei pazzi” dagli studenti del Conservatorio. Il patrimonio musicale della città è un valore importantissimo soprattutto per quest’anno europeo del Patrimonio Culturale nella costruzione dell’Opera di comunità. Durante il pomeriggio gli artisti si sposteranno invece  nella sede di Potenza dell’Università del Francioso dove il compositore incontrerà il coro Unibas, diretto da Paola Guarino, costituito da 35 elementi stabili (studenti, docenti, dipendenti dell’Università o ex studenti) Il repertorio comprende capolavori del canto gregoriano, musica rinascimentale, barocca, classica e contemporanea con […]
Silent City – Laboratori di Creazione Musicale
Dopo la presentazione di Silent City fatta ieri in conferenza stampa a Bologna, siamo tornati in Basilicata perché ci aspettano giorni pieni eventi. Ad aprile abbiamo compiuto il  primo passo della ricerca artistica per  Silent City: la ricerca delle storie per la nostra Opera Lirica assieme alle comunità, diretta dal drammaturgo Andrea Ciommiento. Adesso passiamo alla seconda fase: la creazione musicale. Ancora una volta la ricerca sarà fatta assieme alle comunità, punto di forza di tutto il progetto. A condurre i laboratori di creazione collettiva della musica dell’Opera ci sarà il compositore  Nigel Osborne, pioniere nell’uso della musica per l’infanzia nei conflitti di guerra (di recente vincitore della British Composer Award Innovation in new music and influence and inspirational careers), Tommaso Ussardi, Direttore dell’Orchestra Senzaspine e Ubah Cristina Ali Farah, librettista e poetessa italo-somala,  Ecco il nostro programma dettagliato per gli eventi della prossima settimana. Seguici sulla nostra pagina Facebook Compagnia Teatrale L’Albero per essere sempre aggiornato: Lunedì 7 maggio Lo scopo del laboratorio è quello di scrivere assieme ai bambini di Matera la musica dell’Opera lirica per l’infanzia che verrà realizzata nel 2019. I bambini proporranno soluzioni di scrittura musicale a partire dal gioco in musica. ORARIO: 16.30-18.30 TITOLO WORKSHOP Opera WORDS […]
Conferenza Stampa a Bologna per Silent City
Con grande orgoglio e tantissima emozione oggi abbiamo presentato Silent City a Bologna, il nostro progetto per il programma ufficiale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dalla Fondazione Matera-Basilicata2019 e dalla Compagnia Teatrale L’Albero, con il partenariato di Orchestra Senzaspine e Opera Circus. La conferenza si è tenuta questa mattina al Comune di Bologna con la presenza dell’Assessore alla Cultura Matteo Lepore. Oltre alla nostra Vania, in rappresentanza della Compagnia Teatrale L’Albero, al tavolo dei relatori erano presenti Tina Ellen Lee – partner del progetto con Opera Circus – Tommaso Ussardi, Direttore e Presidente  dell’Orchestra Senzaspine e Ariane Bieou, Cultural Manager della Fondazione Matera  Basilicata 2019. All’interno della nostra Press Kit troverete tutte le informazioni sul progetto e il comunicato stampa della conferenza. Continuate a seguirci perché saranno giorni pieni di attività e novità per Silent City!      
SCOPRI GLI ARTISTI DI SILENT CITY: Ubah Cristina Ali Farah
Continua il nostro approfondimento sugli artisti che stanno prendendo parte a Silent City, il nostro progetto per la costruzione di un ‘Opera collettiva che andrà in scena per il programma ufficiale di Matera 2019, Capitale Europea della Cultura. Oggi vi presentiamola nostra librettista, colei che tradurrà in versi la storia della nostra Opera:  Ubah Cristina Ali Farah, scrittrice e poetessa di padre somalo e madre italiana.  Il suo romanzo Madre piccola (2007) ha ricevuto il prestigioso Premio Vittorini.  Noi l‘abbiamo già incontrata durante la prima fase del progetto di Silent City , assieme ad Andrea Ciommiento, dove ha partecipato ai laboratori di drammaturgia.  Tornerà a Matera a maggio per proseguire il suo lavoro assieme a noi e a tutti gli artisti e i partner del progetto  Ma non vogliamo raccontarvi di più adesso…scoprite chi è la nostra artista dalla sua bellissima  intervista: 1) Cosa sognavi di fare da bambina e dove immaginavi avresti vissuto?   Sognavo di fare l’astronauta. Ero una sognatrice ed esplorare la luna e le stelle deve essermi sembrata la più grande delle avventure. Forse immaginavo di vivere in Italia. Capitava che trascorressimo qualche estate a Verona, dove viveva la famiglia di mia madre. A Mogadiscio all’epoca noi […]
SCOPRI GLI ARTISTI DI SILENT CITY: Andrea Ciommiento
Il processo che porterà alla realizzazione di Silent City sarà lungo e complesso e sarà portato avanti da una squadra di artisti che lavoreranno per il progetto. Abbiamo deciso di presentarveli facendo loro delle domande che riguardano il loro lavoro e quello che faranno con noi, così capirete perché li abbiamo scelti Siamo molto orgogliose del nostro team di artisti! A un giorno dall’inizio dai primi laboratori per la creazione della nostra Opera che andrà in scena per Matera 2019, vi presentiamo  il drammaturgo Andrea Ciommiento , che ci guiderà in questa cinque giorni di eventi, dal 7 all’11 aprile. Vi ricordiamo che potete partecipare ai nostri laboratori scrivendoci una mail a info@silentcity.eu. Continuate a seguirci sui nostri canali! 1) Cosa sognavi di fare da bambino e dove immaginavi avresti vissuto? Da bambino sognavo di poter salvare gli Altri dal pericolo, come alcuni supereroi d’infanzia. 2) Cosa fai oggi e dove vivi oggi? Oggi mi occupo di rigenerazione artistica e inclusione sociale. Vivo a Torino. 3) Proviamo a far immaginare quest’Opera che ancora non esiste… In quest’Opera gli eroi scelgono di non essere più soli nel loro trionfo. Così un “coro” potrà essere protagonista di questa storia? 4) Se diciamo Opera cosa […]
Silent city | Cosa si fa in un laboratorio di creazione collettiva?
Un focus sul laboratorio per adulti che si terrà a Matera, il 7-8 Aprile, Raccogliendo le storie, scrivere la città con  Andrea Ciommiento. Quello che succede veramente, quello che viviamo, il resto,tutto il resto, dov’è? Quello che succede ogni giorno e che si ripete ogni giorno, il banale, il quotidiano, l’evidente, in che modo interrogarlo, in che modo descriverlo? Georges Perec Perché raccontare la città? Scrittori come Perec ribaltano lo sguardo sulla città descrivendo i luoghi urbani come ricordi di una propria esperienza personale. Altri come Calvino ne ricercano le radici, accostando le città ai nostri sogni, costruite su desideri e paure. All’ultimo, lontani dall’arte, si presentano le storie imperfette e meticce del vivere quotidiano: storie che non lasciano sempre traccia. Ritroveremo ricordi “quasi dimenticati, inessenziali, banali, comuni, se non a tutti, perlomeno a molti” attraverso il lavoro creativo in aula e l’esperienza all’aperto di urban orienteering al fine di costruire una mappatura narrativa della città. Parte dei materiali creati saranno condivisi sul web attraverso la geo-localizzazione dei luoghi e degli abitanti incontrati. Come posso partecipare? Scrivendo una mail a: info@silentcity.eu Abbiamo ancora pochissimi posti, e se non doveste farcela ci saranno tante altre azioni partecipate durante tutto il progetto Silent City! Continuate a seguirci!
Silent City | Si parte con la raccolta delle storie
Ci siamo! Non ci sembra vero dopo quasi un anno di progettazione parte ufficialmente il progetto Silent City | La città silente, un progetto di co-produzione con il programma ufficiale di Matera 2019. Il primo passo di ricerca artistica lo facciamo assieme al drammaturgo che abbiamo scelto per accompagnarci in questa avventura: Andrea Ciommiento, creatore scenico e curatore di progetti d’arte relazionale. Inizieremo ad indagare sul concetto di Silenzio con le comunità e costruire un percorso di scrittura collettiva dell’Opera lirica che andrà poi in scena nel 2019. Esattamente cosa succederà? Per circa due anni, ogni fase di costruzione dell’Opera (la storia, la musica, le parole, le scene, i costumi) sarà aperta e partecipata. La comunità così diventa un compositore che riscopre l’Opera come genere in cui esprimersi, in cui poter addirittura riconoscersi.. Il 7 e l’8 aprile nella sede dell’Albero a Matera, ci sarà un laboratorio di due giorni rivolto a tutti quelli che hanno un particolare interesse alle discipline artistiche, sociologiche e urbanistiche. Non è richiesta una esperienza artistica pregressa ma piuttosto una particolare predisposizione all’ascolto e all’osservazione. La due giorni sarà  un lavoro sulla memoria comune, collettiva, capace di generare domande, conflitti, scandalo, dibattito collettivo sulle questioni […]
Silent City. Il team cresce: l’incontro con Il Setticlavio.
Lo scorso 19 gennaio a Matera c’è stata la festa del “meno uno” ma è stato anche il giorno del primo kick-off meeting per Silent City (La città silente), il progetto che guideremo per il programma ufficiale di Matera2019. Opera Circus (UK) e L’orchestra SenzaSpine, i nostri coproduttori, ci hanno raggiunto a Matera per impostare il lavoro per i prossimi due anni. Un lavoro impegnativo perché tantissime sono le sfide per una produzione così complessa: un’Opera originale per l’infanzia, una favola eterna, una favola che partirà dal rapporto privilegiato che il Silenzio ha con la città di Matera. Un’Opera alla cui composizione, guidata dal compositore Nigel Osborne, parteciperà anche comunità di Matera che ispirerà e scriverà con noi la storia e la musica. Il mese di febbraio è stato dedicato a lavorare sulle scelte drammaturgiche e far crescere la squadra di lavoro. La scorsa settimana siamo state a lavoro con Sara Madio, direttrice de “Il Setticlavio” scuola di musica di Matera e Laura Sacco, cantante e educatrice musicale. Due professioniste che da anni portano a Matera sperimentazioni e metodi innovativi nella didattica musicale e credono – come noi – nel valore della formazione artistica, fondamentale per ogni piccolo essere umano. In […]
Gli spettacoli TreeOFF della Compagnia Teatrale L’Albero
Prendi due attori-autori, dai loro uno spazio, un budget per creare, una dose di fiducia e nasceranno due spettacoli-gioiellino. Questo è quello che è successo nel nostro programma TreeOFF: una scommessa su spettacoli che nascono da e con gli attori della compagnia; spettacoli che possono andare in scena lontano, dovunque e comunque. I primi due spettacoli di TreeOFF nascono da due storie diverse, da due talenti arrivati all’Albero seguendo percorsi opposti e che oggi fanno parte a titolo pieno della nostra squadra di lavoro. Donatella Corbo, lucana, ha iniziato a formarsi con noi sette anni fa. Aveva i capelli rossi e un cuore grande. Da allora è diventata una delle radici più profonde del nostro Albero. Amata dagli allievi della scuola, ha cambiato svariati colori di capelli ma il suo cuore – ne abbiamo le prove – s’è fatto ancora più grande. Nell’immaginare il suo spettacolo, Donatella ha attinto a piene mani dai suoi studi filosofici, dalla voglia di raccontare la bellezza della scienza e di indagare fuori e dentro di sé, così è nato “C’era una volta, Galileo“, uno spettacolo pensato per i più piccoli, che racconta una storia sul cielo che non ha mai avuto fine. Gino Marangi è […]
11 dic 2017 in Compagnia teatrale
Fake it till you make it – Il progetto
Il mese scorso vi abbiamo raccontato Get Close to Opera ma questo non è l’unico progetto cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea a cui stiamo lavorando. Il secondo progetto è Fake it till you make it. No, non è uno scioglilingua, ma un’espressione inglese che tradotta in italiano significa più o meno: “fingi finché non ci riesci”. Un titolo che è un po’ una provocazione. L’obiettivo del progetto è, infatti, quello di sviluppare una metodologia teatrale che aiuti i giovani non occupati o i particolarmente svantaggiati a inserirsi nel mondo del lavoro, accrescendo le loro soft skills. Si chiamano “soft skills” tutte quelle “competenze trasversali”, che raggruppano qualità personali, abilità nel campo delle relazioni interpersonali e atteggiamento nei confronti del lavoro e della vita. Tali competenze sono oggi sempre più richieste dai datori di lavoro, oltre a promuovere e rafforzare i legami all’interno della comunità di riferimento. Dopo una prima fase di ricerca, guidata da APEM, l’Agenzia per l’impiego di Madrid (Spagna), che ha come obiettivo quello di individuare un quadro di valutazione sulle capacità di impiego acquisibili attraverso il teatro, L’ Albero, Reteteatro41 e Norrbottensteatern (teatro di Lulea, Svezia), uniranno le loro esperienze per sviluppare una metodologia teatrale che possa accrescere le abilità sociali, imprenditoriali, […]
05 dic 2017 in Compagnia teatrale