Di rivoluzioni sedate e nuove rivoluzioni a colpi di parole.
1)Una domanda sulla narrazione. In un tempo in cui la parola è arrivata sulla bocca di tutti, nel tempo in cui sul web tutti stanno cercando di imparare a scrivere storie acchiappaclik, ci racconti – dal punto di vista di chi narratore lo è davvero – cos’è e a cosa serve imparare a narrare e quanto bravi bisogna essere per essere davvero ascoltati?    Per rispondere alla prima domanda racconterò di me e del mio cappuccino di stamane. Sono seduto al tavolino de “L’Antico Caffè della Piazza”, accogliente, caldo di legni intarsiati, di volute, di sbalzi e di specchi. Davanti a me, al tavolo, è seduta una famigliola: madre, padre, figlia grandicella e figlio, un piccolino rotondetto che ha imparato a camminare da poco. Il bimbetto, dopo aver giocherellato un paio di minuti con il tovagliolo, si divincola, scivola giù dalle ginocchia della mamma e parte alla conquista del salone con passo incerto. Cammina barcollando, a braccia appese, tra mille cose, tutte da conoscere, da toccare, forse da ciucciare. L’esploratore incontra e tocca ogni cosa, le scatole di vino pregiato in esposizione, i cesti di caramelle bio artigianali, il porta ombrelli fiorito di manici, il bancone delle paste troppo alto, le gambe dei tavolini […]
08 feb 2017 in Compagnia teatrale
“QUANDO IL CORPO SI FA SCENA”.
Ci siamo. Il 12 e 13 Novembre, a Melfi, primo weekend di formazione in discipline teatrali del progetto “Net-Acting”. A partire dagli esercizi di biomeccanica di Mejerchol’d fino allo studio degli études di movimento scenico, il workshop condurrà i partecipanti in un percorso di sviluppo e consapevolezza del principale strumento espressivo dell’attore: il corpo. D’altronde, lo stesso Mejerchol’d affermava che “Se eliminiamo la parola, il costume, il proscenio, le quinte, la sala, finchè rimane l’attore e i suoi movimenti, il teatro resta teatro”. A condurre “Quando il corpo si fa scena” Mattia Di Pierro. Alto, magrissimo e biondissimo, sempre misurato nei gesti e nelle parole, E infatti è affettuosamente chiamato anche Mat, proprio per via di quell’aspetto e di quei suoi modo tanto english (non a caso il suo cavallo di battaglia sono alcuni monologhi di Shakespeare recitati in lingua originale!). Lo conosciamo bene, noi dell’Albero, essendo Mattia praticamente cresciuto sotto i nostri rami. Dopo un’infanzia e un’adolescenza vissuti in una Scuola sull’Albero a dar sfogo alla sua creatività e alla sua fervida immaginazione, Mattia si trasferisce a Roma per formarsi professionalmente in una delle Accademie più prestigiose d’Italia: la Link Academy. E molto spesso torna in Basilicata per condividere […]
04 nov 2016 in Compagnia teatrale
Si può raccontare la musica del 600 ai bambini?
Dopo la conclusione della rassegna #lascenalucana, che ci ha visti impegnati con lo spettacolo #Lemmings in giro per i teatri lucani, domani saremo a Mantova presso il teatro Bibiena ore 11:00 con il nuovo spettacolo Chi conosce Seicentina? all’interno del Festival #Segni2016. Lo spettacolo fa parte del progetto #Getclosetoopera ed è un viaggio magico che ha come protagonista una curiosa figura che piomba nel bel mezzo di un concerto di musica antica, una damigella in ampie gonne spaventata e spaesata, che sembra capitata lì per una magia. Si tratta in effetti di magia, perchè questo strano personaggio arriva direttamente da un passato -il Seicento- ricco di storie da raccontare e di musiche da ascoltare. Ma come sarà possibile per lei tornare da dove è venuta? Inizia così un viaggio incredibile compiuto con il pubblico e con i musicisti in scena, nelle caratteristiche di un’epoca lontana, nella sua arte e soprattutto nella sua musica, ricostruita e scandagliata sotto gli occhi del pubblico. Dall’incontro di questi due mondi così lontani ma così contigui, la nostra damigella ritroverà il modo di comprendere profondamente il senso della sua avventura, cogliendo l’occasione per realizzare un sogno.   CHI CONOSCE SEICENTINA? SCRITTO DA: Valentina Tramutola CON: Alessandra […]
29 ott 2016 in Compagnia teatrale
Cosa è successo dopo ogni replica di “Lemmings”
La sera del debutto dello spettacolo LEMMINGS (la nostra nuova produzione portata in scena nell’ambito della rassegna La Scena Lucana) è successa una cosa strana, sorprendente.  Dopo gli applausi, usciti di scena, in sala continuava a regnare un silenzio perfetto. Siamo rimasti anche noi qualche secondo senza parlare, dietro le quinte, guardandoci stupiti, per capire cosa stesse succedendo dall’altra parte. Abbiamo aspettato ancora qualche secondo, ma niente. Il mormorio continuava a non arrivare. Sbirciamo dal sipario. Il pubblico, con già le luci di sala accese, stava ancora lì, zitto, inchiodato alla sua poltrona. “Che facciamo?”. Gli inchini e gli applausi, pratica che da sempre chiude quello spazio-tempo di comunicazione intima che si crea tra l’attore e il pubblico, non erano bastati a sancire la fine di quell’incontro. E così abbiamo preso la decisione di andare in platea, in mezzo al pubblico, per “raccogliere” quel silenzio. Gli spettatori se ne stavano lì, ancora sprofondati nelle loro poltrone, con gli occhi pieni di commozione e il sorriso di chi ha partecipato sul serio. E ora aveva voglia di parlare con noi prima di concedersi definitivamente. La magia del teatro sta tutta lì: nel flusso empatico, nel movimento circolare di energie che prende vita tra pubblico e […]
La Compagnia Teatrale L’Albero torna in teatro con LEMMINGS
La Compagnia Teatrale L’Albero all’interno della rassegna “La scena lucana” promossa da Teatri Uniti di Basilicata nel mese di ottobre porterà in scena in sette città della Basilicata lo spettacolo “Lemmings”. Scegliete il luogo o la data che preferite: MELFI – 03/10/2016, ore 21.00 presso il Teatro Ruggiero – Opera AVIGLIANO – 05/10/2016, ore 21.00  presso l’Auditorium Comunale OPPIDO LUCANO – 06/10/2016, ore 21.00 presso il Teatro Obadiah LAVELLO – 07/10/2016, ore 21.00  presso il Teatro San Mauro POTENZA – 08/10/2016, ore 21.00 presso il Teatro Francesco Stabile MOLITERNO – 09/10/2016, ore 21.00 presso il Teatro Pino MATERA – 16/10/2016, ore 21.00 presso il Teatro Comunale Per l’acquisto dei biglietti: http://teatriunitidibasilicata.com/spettacoli/lemmings/     LEMMINGS Scritto da Laura Grimaldi diretto da Vania Cauzillo con Donatella Corbo, Alessandra Maltempo, Michele Stella. Luci e scene di Donato Zac Video Mapping di Nicola Formicola Hemingway, Sylvia e Cesare non si conoscono, ma si danno appuntamento su un sito di incontri per suicidarsi insieme. Nella macchina in cui aspettano di morire iniziano a raccontarsi e ad accadere in scena le loro storie. Forse sono i fumi del monossido di carbonio che li sta uccidendo, forse hanno bisogno di parlare, forse sono solo biglietti d’addio. La fine si avvicina, la fuga dalla […]
21 set 2016 in Compagnia teatrale
TUTTO IL TEATRO SOTTO L’ALBERO. Scopri i nostri appuntamenti!
A Natale, sotto l’Albero, c’è tanto teatro da regalarti o regalare. Ecco qui il nostro calendario di appuntamenti!   “MAKE WITH THE THEATRE” la settimana di lezione aperte al pubblico della nostra Scuola di teatro: Giovedì 19 Dicembre | La Scuola sull’Albero, MELFI Corso bambini 6-7 anni: dalle 16.45 alle 18.15 Corso adulti; dalle 19.00 alle 21.00 Lunedì 21 Dicembre | La Scuola sull’Albero, MELFI Corso bambini 8-10 anni: dalle 17.00 alle 18.30 Corso ragazzi scuole medie: dalle 19.00 alle 20.45 Martedì 22 Dicembre | Art Park, POTENZA Corso bambini: dalle 17.00 alle 18.45 Corso adulti: dalle 19.00 alle 21.00   “RACCONTI SOTTO L’ALBERO” Concerto di story-telling per bambini di e con Mattia Di Pierro* Mercoledì 23 Dicembre | “Tana libera tutti”, RIONERO *Posti limitati. Prenotazione obbligatoria al 331.7578020   “DIRITTE, UMANE”  spettacolo sui diritti umani promosso da Emergency* Domenica 27 Dicembre | Porta Coeli, VENOSA Martedì 29 Dicembre | Casa Netural, MATERA Mercoledì 30 Dicembre | Sede Avis, POTENZA *Posti limitati. Prenotazione obbligatoria al 349.8243232   “FRAUEN VON MOZART”  spettacolo di parole e musica di e con Alessandra Maltempo* Domenica 3 Gennaio | Palazzo G. Fortunato, RIONERO *Posti limitati. Prenotazione obbligatoria al 349.8243232   Infine, si conclude il 23 Dicembre la prima tornata di […]
Una settimana di appuntamenti tra teatro e comunità. “Teatri diffusi” in residenza a Melfi
Siamo felici ed emozionate di ospitare nel nostro spazio a Melfi la seconda residenza teatrale del progetto Teatri Diffusi, primo progetto di formazione, promozione e divulgazione teatrale, realizzato nell’ambito e con il sostegno del programma “Progetti innovativi per l’avvio e la valorizzazione della rete dei centri per la creatività giovanile” della Regione Basilicata. La seconda residenza, in programma dal 28 settembre al 4 ottobre, si terrà nello spazio teatrale della Compagnia de L’Albero e sarà condotta da Gianluigi Gherzi. L’attore e regista, vincitore dei premi “scenario” e “Eti Stregagatto”, ha più volte portato l’esperienza del teatro fuori dai luoghi deputati: nelle carceri, nei centri sociali e nelle scuole. I suoi ultimi lavori rilanciano “l’utopia della città come luogo d’incontri e del rito teatrale come creazione di un’agorà di pensieri e visioni”. In terra lucana, Gherzi, porterà l’esperienza maturata nella direzione artistica del “Teatro degli Incontri”, progetto di intervento sociale e ricerca teatrale sul tema del rapporto tra cittadino-straniero e comunità di accoglienza. La seconda tappa di Teatri Diffusi rifletterà sul concetto di fuga, declinato nel significato di emigrazione e allontanamento necessario: la fuga rischiosa, la fuga per mare, la fuga a pagamento, la fuga verso un sogno di benessere. L’artista in residenza coinvolgerà 15 giovani, selezionati tramite call, in un inedito esperimento di […]
Acchiappa il Lonfo! La nuova produzione di teatro ragazzi della Compagnia
Si può catturare un animale fantastico? Sì, ma solo se si riesce prima ad immaginarselo! Nella tradizione dei Miti antichi e dei bestiari medievali e cavalcando certa patafisica novecentesca, gli animali fantastici hanno sempre stuzzicato il racconto di storie e in teatro cosa c’è di meglio che evocarne uno? Sì ma quale? Partendo dalla poesia metasemantica di Fosco Maraini, il testo (dell’attore e drammaturgo toscano Samuele Boncompagni)  ha come protagoniste due bambine che partono alla ricerca di uno strano animale: il lonfo. Le tracce sono discordanti, l’impresa sembra impossibile.  Dove cercarlo? Che tracce seguire? Ma soprattutto, come è fatto un lonfo? Dove vive? Che verso fa? Ha la coda? Vola? Chissà! Così la regista Alessandra Maltempo, insieme a due delle attrici della compagnia Donatella Corbo e Ramona Rufino, hanno dato vita allo spettacolo “Acchiappa il lonfo!”, una storia avventurosa tutta ambientata nel mondo dell’immaginazione. Ma il mondo dell’immaginazione è un mondo che non si acchiappa, che è in continuo movimento e mutazione. Ed è un mondo che se esplorato insieme, tra attori e spettatori, adulti e bambini, non è altro che Teatro ovvero… quasi una cosa vera! Ci piace infatti raccontare ai bambini che quella capacità di immaginare creature e luoghi fantastici che si ha […]
18 ago 2015 in Compagnia teatrale
Perché proprio ‘Alice’?
Scopri “Non chiamatemi Alice” la versione di “Alice nel paese delle meraviglie” della compagnia teatrale L’Albero. Prenota il tuo viaggio per lo spettacolo del 9 agosto a Melfi (PZ) o per quello del 12 agosto a Tito (PZ). Telefono: 349.82.43.232 Perché proprio ‘Alice’? Nel senso: perché raccontare questa favola e non un’altra? Di certo, Alice rappresenta un passaggio, e come tutti i passaggi è un valico fra epoche, e come tutti i valichi contiene già in sé una fortissima drammaturgia. La fascinazione di ‘Alice’ non la scopriamo adesso, ma è l’accento posto sul linguaggio multiplo la chiave della nostra reinterpretazione. A noi piace pensare che certi elementi siano metaforici e che solo la metafora, alla fine, basti a sé stessa. Ecco perché ‘Alice’ rimane un viaggio, ecco perché Alice – la bambina caduta nella tana di un coniglio – vada cercata, ecco perché ogni passo può essere dato in direzione di un personaggio, o meglio di un significato. ‘Non chiamatemi Alice’ è uno spettacolo che permette a chi lo guarda di scegliersi un quadro, una situazione, un colore violento o più tenue, una riflessione oppure no, una favola – l’ultima della giovinezza, magari, e la prima dell’età adulta – da farsi raccontare. ‘Alice’ […]
Alice: troppo disegnato per essere vero
Scopri “Non chiamatemi Alice” la versione di “Alice nel paese delle meraviglie” della compagnia teatrale L’Albero. Prenota il tuo viaggio per lo spettacolo del 9 agosto a Melfi (PZ) o per quello del 12 agosto a Tito (PZ). Telefono: 349.82.43.232 TROPPO DISEGNATO PER ESSERE VERO: ‘ALICE IN WONDERLAND’ E’ IL LIBRO PIU’ ILLUSTRATO CHE C’E’ All’inizio delle sue avventure, Alice è seduta in giardino e ha tra le mani un libro. Con un moto di stizza, Alice afferma che la mancanza di illustrazioni in un libro è assolutamente insopportabile: una reazione normalissima per un bambino, e soprattutto per una bambina come Alice, che dell’immaginazione – di lì a poco – farà un best seller. Di contro a questo primo tratto della bimba che seguì il Bianconiglio, ‘Alice nel Paese delle Meraviglie’ è tra i libri più illustrati in assoluto ad opera di illustratori professionisti: il contrario, a ben vedere, sarebbe insopportabile. E’ il modo più immediato per rendere sopportabile lo stesso Paese delle Meraviglie, troppo immaginifico, troppo complesso, troppo multidimensionale per essere ridotto a un volo fantastico. Così, dal 1864 – anno di pubblicazione del libro – in centinaia si sono cimentati a dare un contorno ad Alice e al suo Paese. Disegni che […]