Andare al cinema passando dal museo

Nascondi Mostra info

05 Set 2019 in SOS teatro

Author : L'Albero

Uno degli Stracuriosi che abbiamo realizzato con il nostro progetto SOS Teatro è Ringo, lo stracurioso del cinema che trovate sulla nostra piattaforma di edutainment www.accademiadeglistracuriosi.it!

Vi abbiamo già parlato di lui, dei suoi video e dei suoi giochi educativi nell’articolo “Quando i bambini scoprono il cinema” e, dato che crediamo fortemente nell’importanza della divulgazione delle arti abbiamo ancora un consiglio da darvi.

Come la Torre Eiffel per i Parigi, il Colosseo per Roma, la Torre pendente per Pisa, così la Mole Antonelliana è il monumento simbolo della città di Torino. Inizialmente concepita come sinagoga, la Mole Antonelliana diventa nel 1958 sede di uno tra i più importanti allestimenti espositivi dedicati al cinema: il Museo Nazionale del Cinema.

Un museo adatto anche ai più piccoli nel quale NON è vietato toccare

All’interno del monumento torinese, trasformato nel “tempio” della settima arte, la visita inizia con la zona che racconta il cinema prima del cinema. Qui si trovano lanterne magiche, ombre cinesi, giochi di specchi, lenti: tutto si può toccare e sperimentare, per un primo approccio con le immagini e le loro riproduzioni.

Tutto è a misura di bambino, le esposizioni sono interattive e le ambientazioni dei film diventano reali.

Segue, poi, la zona del “making of” dei film, dove si possono provare effetti speciali e vedere memorabilia di grande effetto, come, per esempio, i modellini dei dinosauri di Jurassic Park.

Successivamente si incontrano i corridoi dedicati ai grandi interpreti del passato, per finire nella grande sala centrale dove, comodamente distesi su delle chaises longues, si può assistere ai film proiettati sui tre mega-schermi e poi visitare le cappelle con le scenografie dedicate all’horror, al western, al musical, alla fantascienza, alla commedia all’italiana e naturalmente all’animazione.

Per la gioia dei bambini più temerari e avventurosi, è anche possibile prendere l’ascensore panoramico, per salire fino al tempietto, a 85 metri d’altezza, e ammirare la straordinaria vista sulla città e sull’arco alpino che la circonda.

Un modo utile e divertente per avvicinare i bambini al cinema e stimolare il loro interesse, così che veramente la fruizione di un film possa diventare occasione di scoperta attiva, può essere quello di svelar loro il “mondo cinema”: farlo conoscere, cioè, dal di dentro. Non tutti hanno la possibilità (cosa anche abbastanza normale!) di partecipare ad una produzione cinematografica,  ma una visita al Museo Nazionale del Cinema di Torino potrà essere un’opportunità per avvicinare i vostri bambini e le vostre bambine al cinema e fare una bella e divertente esperienza in famiglia.

Infatti, oltre ad avere una allestimento di facile accesso (interattivo, dinamico, divertente), il Museo offre anche un ricco programma di iniziative laboratoriali e di attività dedicate anche ai più piccoli.

Ecco solo qualche esempio: ogni sabato il Museo propone un percorso di visita a misura di bebè (per genitori e bimbi dai 18 mesi ai 3 anni), alla scoperta della luce e delle ombre, dei giochi ottici e delle immagini in movimento. Oppure, ogni domenica è possibile fare una visita guidata  per famiglie e bambini a partire da 4 anni, che, dal teatro d’ombre ai primi disegni animati propone la scoperta dei giochi ottici e degli spettacoli che hanno preceduto  la nascita del cinema.

Oltre agli appuntamenti fissi, il Museo propone anche laboratori differenti, in linea con e esposizioni temporanee ospitate.

A questo link è possibile consultare il programma delle attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *